Diario di Bordo

Il Percorso ufficiale del SUP Abruzzo Coastline

la traversata abruzzese, Km per Km, Tappa per Tappa

vai alle tappe

Percorrere tutta la Costa Abruzzese in Stand Up Paddle. Siamo stati i primi a farlo. Un sogno diventato realtà. In una settimana, a Giugno 2021, l’abbiamo percorsa metro per metro. E vi raccontiamo proprio tutto con questo Percorso Dettagliato, perchè ognuno possa rivivere questa esperienza al proprio ritmo, anche solo per brevi tratti. Vi riportiamo l’itinerario cosí como lo abbiamo realizzato noi.  Ora, mettetevi comodi e buon viaggio!!!

Perché l’Abruzzo

L’Abruzzo è una piccola gemmaancora non conosciutissima – situata sul lato est dell’Italia Centro-Meridionale. In molti ne conoscono le meraviglie paesaggistiche dell’entroterra, i parchi naturali e le montagne (qui si trovano la vetta più alta della catena degli Appennini) e i più rinomati centri sciistici del centro Italia. Ma vi garantiamo che la costa, e le località balneari sono anch’esse imperdibili e, vissute dal mare, di un’emozione unica.

Il Mare Adriatico

La costa Abruzzese si estende interamente sul Mare Adriatico ed è lunga 130Kms. Da Martinsicuro (la località più a Nord), fino a San Salvo (quella più a Sud), si attraverseranno un totale di 19 località balneari. L’Adriatico è un mare relativamente gentile, e i fondali sono per gran parte bassi. Quindi un mare che si presta bene ad una traversata in SUP. Maggio, Giugno e Settembre, fuori dalla consueta alta stagione, sono in generale mesi raccomandabili. Fa meno caldo che Luglio ed Agosto e con più disponibilità in b&b, ristoranti etc.. sul percorso. Ovviamente, saranno il mare, il vento e il meteo a dettare i vostri ritmi. Ma soprattutto, mettete sempre la sicurezza al primo posto (qui un articolo al riguardo).

vai alle tappe
diario di bordo percorso

La suddivisione in Tappe

Nel percorso si attraverseranno 4 porti di rilievo: i porti di Giulianova, Pescara, Ortona – il più grande dei quattro – e Vasto. Alcuni li abbiamo attraversati via terra per ragioni di sicurezza. Abbiamo tracciato l’itinerario da Nord a Sud, cosí da sfruttare venti e correnti più abituali. Il vento – contro – di scirocco, da Sud-Est è quello che potrebbe complicare di più la vostra traversata. Nel nostro caso abbiamo diviso i 130 kms in 7 tappe, per una media di circa 19-20 Kms al giorno. Se lo fate al nostro ritmo, è imprescindibile prenotare i B&Bs con un certo anticipo. E, nel caso non possiate entrare in acqua un giorno, spostatevi alla tappa successiva via terra.

La Preparazione

Noi avevamo pianificato un giorno di riposo, da ‘usare’ in caso le condizioni non ci avessero permesso di navigare. 20 Kms al giorno sono impegnativi, ma non richiedono essere professionisti del SUP. Insomma, è necessario avere una buona dimistichezza con la tavola, buon materiale (qui, un nostro video sull’attrezzatura da utilizzare) e un livello medio di tecnica ed allenamento. Alcuni di noi non avevano percorso più di 12kms in un’uscita, ma hanno comunque concluso bene i 20 kms delle diverse tappe. Essere in gruppo aiuta molto, e molto dipende da venti e correnti. Avendo tutta la giornata a disposizione potete pianificarla in base alle condizioni meteo, da monitorare ogni sera. Noi siamo partiti quasi sempre molto presto, a volte all’alba. Un pò per le condizioni meteo – il vento tendeva ad alzarsi in tarda mattinata – un pò per evitare le ore più calde, e un pò perchè partire quando sorge il sole è meraviglioso. Partendo presto, e, ad una media tranquilla di circa 4km/hrs, si arriva sempre prima di pranzo al prossimo destino, e si ha poi tutto il pomeriggio per riposare e visitare il luogo. Se avete tempo, vi consigliamo di percorrerlo in tutta tranquillità, anche in 2-3 settimane, cosí da potervi fermare più giorni nelle varie località e visitare anche gli splendidi borghi dell’entroterra. Non ve ne pentirete.

Una Panoramica del Percorso

Come dicevamo, 130 kms da Martinsicuro (il punto più a Nord) a San Salvo (il più a Sud).

Un piccolo molo, sul fiume Tronto – che segna il confine naturale tra l’Abruzzo e le Marche – può considerarsi il punto di partenza simbolico di questa avventura. Per i primi 70kms, la costa si presenterá come una lunga línea di sabbia dorata, con fondali bassi. Si attraverseranno punti d’interesse come la riserva Naturale del Borsacchio, la foce del fiume Vomano e l’area marina Protetta della Torre del Cerrano. A fare da cornice a queste prime tappe, ci saranno i bellissimi borghi medievali della provincia di Teramo, sulle colline a ridosso della costa, e più in alto, alla vostra destra le cime del Gran Sasso (il massiccio montuoso più alto degli Appennini).

Passata Silvi Marina, si entra nella provincia di Pescara. Qui la costa è molto più urbana, con grandi hotels e stabilimenti balneari attrezzatissimi. Sará proprio quella di Pescara, la città con più abitanti d’Abruzzo, e con una fervente vita di mare e mondana, l’unica tappa cittadina. Qui, sullo sfondo nell’entroterra, il massiccio del Gran Sasso lascia passo ai monti della Majella – che alla partenza sembrava cosí lontana – ed a tramonti che tolgono il fiato. Consumati i primi 70Kms di questa avventura, e appena dopo il Foro di Ortona, si raggiungerà Lido Riccio. A questo punto la sabbia lascia il posto agli scogli, un promontorio immerso nella macchia mediterranea e spiaggette di ciottoli nascoste, immettono all’incanto dei Ripari di Giobbe.

Da qui, passato il porto di Ortona, si arriva alla meravigliosa Punta di Acquabella. 13kms pittoreschi, portano fino a Fossacesia Marina. Da terra vi faranno compagnia le biciclette o i sup skates sulla splendida Via Verde ciclopedonale che si estende ininterrottamente per 42kms. Siamo in provincia di Chieti, nel cuore della bellissima Costa dei Trabocchi, palafitte in legno, símbolo della costa meridionale abruzzese che va da Ortona a Vasto (i Trabocchi in Abruzzo sono 33).

Da Fossacesia il litorale si sviluppa su una linea dritta per i prossimi suggestivi 15kms, fino ad arrivare alla bellissima Riserva Naturale di Punta Aderci culminata dalla splendida spiaggia di Punta Penna. Passato il porto di Vasto, vi aspettano 11kms di uno spettacolare tratto di scogli e rocce, per immettersi nella Marina di Vasto, preludio all’ arrivo a San Salvo Marina, il comune più a Sud dell’Abruzzo e confine con il Molise. Congratulazioni!!! Ce l’avete fatta!!!

scopri le 7 tappe, i 18 comuni, i 130 km

Abbiamo diviso i 130km in 7 tappe, raccontandovi tutti i dettagli e le località attraverso i nostri post, le nostre stories, le nostre dirette, foto e commenti, dove mangiare, dove dormire e dove fermarsi ad ammirare il panorama. Se vorrete ripercorrerlo anche voi, sarete liberi di organizzare le tappe a vostro piacimento. Siamo sicuri che i nostri consigli saranno preziosi.

MARTINSICURO – ROSETO

20km

ROSETO – PINETO

coming soon
tappa 3 pinero pescara

PINETO – PESCARA

coming soon
tappa 4 pescara ortona

PESCARA – ORTONA

coming soon

Ortona – Fossacesia

coming soon
tappa 6 - da fossacesia - vasto

Fossacesia – Vasto

coming soon

Vasto – San Salvo

coming soon

SUP ABRUZZO COASTLINE

Il giorno prima della partenza della prima edizione, ci siamo incontrati a Roseto, presso il Lido Celommi, per incontrare alcuni giornalisti. Guarda l’intervista di TV6 e scopri il nostro progetto.

Ti stai preparando al SUP Cruising? Ecco qualche consiglio, dopo l’esperienza della nostra prima traversata 2021